Le autorità statunitensi sostengono che la donna ha pagato Bitcoin per l’omicidio dell’ex marito tramite il Dark Web

I procuratori sostengono che una donna del Nevada ha pagato 5.000 dollari a Bitcoin per far uccidere il suo ex marito violento da un sicario. Ma il sito web era una truffa e lei è stata arrestata.

  • Una donna del Nevada ha pagato 5.000 dollari in Bitcoin sulla rete oscura per ingaggiare un sicario per sparare a suo marito morto, sostengono i documenti del tribunale.
  • Ma il sito era una truffa e l’uomo non è mai stato ucciso.
  • Le autorità hanno arrestato la donna e l’hanno incriminata questa settimana.

Bitcoin su un mercato del web scuro

Una donna avrebbe pagato il suo ex-marito per essere uccisa usando Bitcoin su un mercato del web scuro, ma il sito si è rivelato una truffa e le autorità hanno poi arrestato l’imputato.

Kristy Lynn Felkins, 36 anni, di Fallon, Nevada, ha pagato 5.000 dollari in Bitcoin attraverso il sito web fasullo, che non è più attivo, pensando di poter assumere un sicario, secondo la Corte Distrettuale degli Stati Uniti per i documenti del Distretto Orientale della California non sigillati questa settimana.

Gli investigatori federali hanno arrestato Felkins quando hanno ricevuto una soffiata sul sito web. Hanno rintracciato le sue transazioni Bitcoin per trovare i messaggi incriminanti e arrestare Felkins.

Il presunto complotto per l’omicidio è iniziato nel 2016, dicono i documenti. Felkins ha iniziato a parlare con qualcuno sul sito web utilizzando il browser Tor-a utilizzato per accedere al web oscuro. Il sito web ha detto a Felkins che per nascondere la transazione, avrebbe dovuto riciclare il Bitcoin scambiandolo con diversi venditori sul mercato peer-to-peer Bitcoin, LocalBitcoins.com.

Secondo i documenti, Felkins era scettico riguardo al sito web della truffa e a un certo punto ha persino chiesto: „Come faccio a sapere che non siete dell’FBI, hanno la capacità di infettare il proprio dispositivo e di risalire al loro vero IP. Basta essere prudenti“.

Ma Felkins ha continuato con le transazioni, e ha inviato 12 Bitcoin tra il 6 marzo 2016 e il 9 marzo, per far sparare al suo ex marito fuori dal suo posto di lavoro, dicono i documenti.

I documenti sostengono che Felkins ha persino chiesto

I documenti sostengono che Felkins ha persino chiesto se l’omicidio poteva essere fatto sembrare una „rapina andata male“ – anche se quando le è stato detto che questo sarebbe costato 4.000 dollari in più, ha chiesto di procedere con il piano per far sparare al suo ex marito.

Il sito web della truffa ha chiesto a Felkins le ragioni dell’omicidio. Lei avrebbe scritto: „Quest’uomo ha abusato di me mentalmente, fisicamente, sessualmente ed emotivamente. Sono scappata, e poi mi ha portato via i miei figli. Ora abusa mentalmente dei miei figli e minaccia il loro benessere fisico“. È un serpente e un maestro manipolatore“.

Il sito web avrebbe detto a Felkins che suo marito non poteva essere trovato sul posto di lavoro. Quando lei ha chiesto la prova che avevano trovato la sua posizione, il sito web ha inviato una foto sospetta del luogo, dicono i documenti.

Felkins ha smesso di comunicare con il sito web – che ora è chiuso nell’aprile del 2016. Le autorità sono venute a conoscenza del complotto nel 2019 e giovedì hanno incriminato Felkins. La rete oscura è stata a lungo utilizzata per attività illecite, come l’acquisto di armi e droga. Ma le autorità si stanno mettendo al passo con i criminali che usano la rete.