Bitcoin, ancora una volta, spara oltre 11.000 dollari

Bitcoin ha ancora una volta superato la soglia degli 11.000 dollari. Questa è la prima volta che il numero uno al mondo di cripto-valuta in base al limite di mercato ha raggiunto questo numero dal 19 settembre. Mentre è facile eccitarsi all’inizio, molti appassionati di crittografia si stanno probabilmente chiedendo: „Questa cifra durerà?

Bitcoin manterrà questo slancio?
La forma primaria di criptovaluta del mondo ha vissuto una quarantina di giorni. Dalla fine di agosto all’inizio di ottobre, il bitcoin ha sofferto sotto la paralizzante sopportazione di settembre, un mese che è stato spesso storicamente negativo per il bitcoin e altre forme di crittografia. La buona notizia è che il mese raramente porta a effetti duraturi sul prezzo del bitcoin, anche se è sempre spiacevole e stressante vedere il nostro campione di crittografia perdere circa 2.000 dollari sul suo prezzo.

Come tutti ricordiamo, il bitcoin ha raggiunto un picco di circa 12.400 dollari quando eravamo pronti a dire addio ad agosto. La moneta stava andando meglio di quanto non avesse mai fatto in circa un anno, e molti pensavano che il giorno del bitcoin fosse finalmente arrivato. Purtroppo non è stato proprio così, poiché il patrimonio è affondato nell’oblio durante i primi giorni di settembre, scendendo a un certo punto fino a 10.100 dollari.

Da lì, la valuta è entrata in un leggero periodo di recupero che alla fine l’ha portata tra i 10.500 e i 10.700 dollari, anche se molte volte la gente ha aspettato con il fiato sospeso che il bitcoin raggiungesse il traguardo degli 11.000 dollari… solo per andarsene delusa. Altre buone notizie sono arrivate quando è stato annunciato che il bitcoin ha battuto il precedente record a cinque cifre che aveva stabilito nel 2017. In quel periodo, il bitcoin è stato scambiato per oltre 10.000 dollari per circa 62 giorni, anche se nel 2020 questa cifra è aumentata di altre 24 ore, il che suggerisce che il valore, la forza e la resistenza sono aumentate per il bitcoin.

Ma alla fine della giornata, non importa quanti di questi grandi passi siano stati fatti. Sembra che la maggior parte dei fan del bitcoin e del crypto vogliano vedere l’aumento del prezzo, e settembre non è stato il mese adatto.

Ora che settembre è finito, le cose miglioreranno?

In passato, settembre non è stato sempre gentile con il crittografo primario del mondo, e l’anno scorso ne è stato un esempio lampante. Non appena il mese è arrivato l’anno scorso, l’asset si è trovato improvvisamente a scendere dalla metà dei 9.000 dollari, dove era stato per diverse settimane fino a quel momento, fino alla posizione bassa di 8.000 dollari. Mentre gran parte di questa azione è stata attribuita all’influenza esterna – cioè alla triste introduzione della piattaforma di trading Bakkt – si può sostenere che si è trattato solo di un’azione più ribassista di settembre.

Quindi, cosa ci riserva il futuro adesso? Vedremo il bitcoin tornare a 12.000 dollari, o questo salto oltre gli 11.000 dollari è solo una specie di colpo di fortuna? Beh, diversi analisti hanno accennato al fatto che il bitcoin è sul punto di vedere giorni migliori, quindi forse questo è un caso in cui gli esperti del settore sanno di cosa stanno parlando.